domenica 27 febbraio 2011

Lib(e)ri di leggere. Per protesta.


In questi ultimi anni alzare la voce è diventato l'unico strumento per farsi ascoltare. Ovunque. In queste settimane alzare la voce è stato un mezzo per far conoscere il dissenso, il rifiuto a essere considerati parte di un sistema alieno, una naturale esplosione di rabbia e costernazione.
Ma ieri è successo qualcosa di diverso. Ieri a Milano è stato organizzato un flashbook, una sorta di flashmob al contrario, in cui centinaia di studenti delle scuole statali di Milano si sono seduti in Piazza San Babila a leggere in silenzio, sottolineando di fatto il valore della cultura come legittimo (e valido) strumento di opposizione.

Stiamo leggendo in silenzio, il silenzio è la voce della nostra protesta, siediti e leggi con noi.


A me non piace alzare la voce.
In realtà non ne sono capace, quindi dico che non mi piace.
Così, in silenzio, nella mia cucina, mi sono unita alla loro muta protesta.
Silenzio, si legge....

sabato 26 febbraio 2011

Paralisi

Significato: 2. fig. Totale arresto, blocco della normale attività o funzionalità di qlco.: p. del traffico.

Applicazione: Alla paralisi del traffico si può trovare una soluzione: una scorciatoia, una deviazione. A volte si può decidere perfino di tornarsene da dove si era venuti. Alla paralisi emotiva, che presuppone il totale arresto delle funzionalità logico-cognitive, spesso non c'è rimedio. E se c'è, normalmente lo scopri troppo tardi.

Teleindipendenze


- Nana, che c'è che non va, perché non dormi?
- Il raffreddore, non riesco a respirare.
- Accidenti, ci siamo dimenticate di passare in farmacia a prendere quegli utilissimi cerotti per il naso...
- Ah, no!
- Ah no, che?
- Quei cerotti non funzionano! Li ho visti in tivvù e si sa che tutto quello che dicono in tivvù è falso!

venerdì 25 febbraio 2011

Giocare e sognare


La fantasia di un bambino non ha certo bisogno di oggetti concreti per spiccare il volo. Allora un mattoncino di legno può diventare un biscotto, e una palla di carta del fieno per il cavallo a dondolo.
Ma a volte noi "adulti" rimaniamo affascinati da oggetti che rendono il sogno dei bimbi tangibile anche per noi.

Vi siete mai chiesti come possa essere viaggiare su un tappeto volante? I vostri figli probabilmente lo sanno già, ma ora potete scoprirlo anche voi, guardandoli volare nel vostro soggiorno come piccoli Alladin.
Magis (Magis Meetoo) ha pensato che niente può essere più divertente di realizzare un piccolo sogno.

Designer: Eero Aarnio, dalla Finlandia con gioia.

Tradurre

Definizione: 1. Trasportare, volgere da una lingua in un'altra.

Applicazione: Tradurre è rendere in un'altra lingua il senso e la sensazione di un testo. Questo è un caso in cui tra definizione e applicazione c'è un cratere di sfumature che si può cogliere solo nell'azione.

giovedì 24 febbraio 2011

Viaggio nel tempo


Un pomeriggio walking in London. Una via incontrata per caso. Una libreria inaspettatamente attraente e indipendente. Una libreria che è anche casa editrice, la Persephone Books. Inutile dire che per me è stato amore a prima vista e una volta entrata nel piccolo negozio, dove lo spazio sembrava insufficiente per tutti quei libri, non sarei più voluta uscire. 


Inadeguato

Definizione: sproporzionato, inferiore alla necessità, insufficiente. Di persona: che non è all'altezza.

Applicazione: 1. Le nostre vite sono governate da personaggi a dir poco inadeguati. 2. A volte conoscere bene i propri limiti ci fa sentire inadeguati, dove altri meno consapevoli si sentirebbero perfetti. 3. Molti stipendi sono inadeguati alla vita reale.

mercoledì 23 febbraio 2011

Giocare

Definizione: 1. Dedicarsi a un gioco; divertirsi con qlco.; 2. Dedicarsi a uno sport; 3. Dedicarsi al gioco d'azzardo; 4. fig. Servirsi di qlco.; 5. fig. Assumere un ruolo decisivo in qualche situazione; 6. fig. Ingannare qlcu.; prendersene gioco; 7. puntare qlco. in un gioco; 8. fig. Scommettere qlco. sul verificarsi di un fatto; 9. v.rifl. [sogg-v-arg] Con valore intensivo, perdere qlco. per propria colpa.

Applicazione: Significati antitetici e contraddittori. Io oggi mi sono dedicata a un gioco e mi sono divertita. Non mi sono dedicata a uno sport e tantomeno ho assunto un ruolo decisivo in qualche situazione. Mi sono servita delle mie dita per digitare. Ho ingannato ancora una volta me stessa. Ho scommesso su uno scambio e ho avuto torto. Non ho perso nulla e non ho avuto colpa. Io oggi mi sono (ri)messa in gioco.

Lego+Muji=creativitàlquadrato


Non so voi, ma quando ero bambina per me il Lego era una sorta di Isola che non c'è, un non luogo incantato dove tutto si poteva trasformare a mio piacimento, secondo le mie regole e i miei dettami. Per questo non seguivo mai le pratiche istruzioni allegate, perché è vero che quel castello delle favole arrampicato in cima al pendio era terribilmente suggestivo, ma è anche vero che non l'avevo concepito io. Quindi, arrivati al momento fatidico dell'apertura della scatola, preferivo usare quei pezzi in un altro modo. E pazienza se nessuno capiva di quale soggetto si trattasse. Quell'informe ammasso di mattoncini che mi ostinavo a chiamare "dinosauro" o "nave dei pirati" o "giostra con cavalli dei primi del Novecento"era MIO!

martedì 22 febbraio 2011

Cerca, cerca...

... e cosa trovo? Un libro che vorrei subito nella mia libreria, o meglio, nella borsa dei libri che mi porto sempre dietro. L'autore è uno storico dell'architettura inglese, Gavin Stamp, e l'opera si intitola Britain's Lost Cities: a Chronicle of Architectural Destruction, pubbilcato dalla Aurum Press.
Per quelli che, pur amando l'architettura contemporanea, soffrono nel vedere antiche città e cittadine distrutte da una speculazione che non guarda in faccia a nessuno, o da un'indifferenza che lascia andare tutto allo sfacelo.

Ipocondria

Definizione: 1. psicol. Morbosa preoccupazione per il proprio stato di salute 2. lett. Profonda malinconia.

Applicazione: Si dice che la malattia spesso sia uno stato mentale. Se è così, sono spacciata.

lunedì 21 febbraio 2011

Io sono me stesso!


C'è un'età ideale in cui un bambino può cogliere la bellezza dell'unicità? Secondo me non è mai troppo presto, anche perché poi, andando avanti, l'unicità di ciascuno viene attentata, provata e infine assassinata da tante conformità che inglobano, sviliscono, volgarizzano. Quindi meglio esserne consapevoli prima che dopo, in modo da poterla fortificare e proteggere.

C'è stato un signore che ha raccontato fiabe delicate, che ha colorato di tinte vivaci la quotidianità e così facendo l'ha resa preziosa. Un signore che, con un sussurro, sembrava che parlasse proprio con te e di te. Un signore che ha insegnato ai bambini a coltivare i propri sogni, a nutrire le proprie inclinazioni, a non cedere alle tentazioni dell'omologazione. Lo ha fatto con disegni basici che non rappresentano la realtà ma la evocano, in modo che ognuno possa darle la forma che vuole. Questi bambini non hanno ancora idea del regalo che ha fatto loro, ma lo scopriranno più avanti e, quando sarà necessario e quando meno se lo aspettano, ricorderanno quelle forme e quei colori, e il messaggio che portavano con sé. E infine ricorderanno il suo nome. Leo Lionni.

Colore

Definizione: 1.Aspetto cromatico che i corpi assumono per effetto della luce che si riflette su di essi.

Applicazione: la giornata di oggi ha un colore grigio. Grigio perla. Speriamo che si riveli preziosa.

sabato 19 febbraio 2011

Iniziare

Definizione: 1.Dare inizio, cominciare, avviare qlco. 2. Introdurre, ammettere qlcu. alla conoscenza e alla pratica di un culto, di un'associazione o di una setta con norme riservate. 3. rifl. Avviarsi a un'arte, una professione o altro, imparandone i rudimenti.

Applicazione: Oggi iniziamo questo blog.

Pomeriggio creativo

ShareThis

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...