mercoledì 31 agosto 2011

Gessetto senza scherzetto

Ah, che dolci ricordi quelli legati ai gessetti colorati. Io avevo una lavagnetta portatile, poco più grande di un iPad, e mi divertivo un sacco a scrivere e disegnare. Ma quanto sarebbe stato bello poter scrivere direttamente sul tavolo. Ora si può, con i tavolini Offi:

Cose che ho scoperto

Lo ammetto. il mio concetto di vacanza estiva risale all'epoca delle medie. Per me le vacanze devono durare tre mesi. Stop. Niente compromessi. Se non riesco ad attuare il mio piano ferie adolescenziale nella realtà, ci pensa la mia mente a mettermi a riposo forzato. Lei entra in ferie il quindici giugno e rientra il primo settembre. Quest'anno ha pure applicato il controesodo intelligente, rincasando un giorno prima.
Insomma, per farla breve, è questo il motivo per cui non ho bazzicato molto da queste parti ultimamente. Non ne avevo le facoltà mentali.
Adesso sono tornata e posso trasmettervi qualche Verità che ho scoperto durante questi mesi.

Ho scoperto che la leggerezza del pensiero ti può portare ovunque.


Finestre


Torta a palazzo


Collezione autunno-inverno 2011/12


martedì 30 agosto 2011

A lezione di...


Oh, come mi piacerebbe riuscire a organizzare uno spazio gioco in lingua inglese. Cantare, saltare, correre, ma ovviamente anche disegnare. E per disegnare ci vogliono dei tavoli e delle sedie. Be', li arrederei con questi meravigliosi mobili di Sirch, che ho rintracciato come sempre su Yellowbasket.

Autunno

Definizione1 Stagione dell'anno compresa tra il 23 settembre e il 21 dicembre nell'emisfero boreale, e tra il 23 marzo e il 21 giugno nell'emisfero australe 2 fig. Fase matura della vita, che precede l'età anziana; età di decadenza, fine di un periodo storico o artistico.


Applicazione: Sì, lo so, siamo ancora in estate, ma non vorrei mai che l'autunno ci cogliesse impreparati. E allora credo proprio che da oggi ci sarà qualche post in più su argomenti autunnali, legati magari all'inizio della scuola, alla pioggia e quant'altro. Non lasciatevi deprimere, però, perché l'autunno, in modo molto simile alla primavera, segna l'inizio di un cambiamento, di un rinnovamento. Gli alberi perdono le foglie e assumono un aspetto un po' tetro, è vero, ma prima di quello si accendono di colori infuocati. Dopo le vacanze estive ci sentiamo rigenerati e pronti a ricominciare con grinta e rinnovato entusiasmo. Per quanto mi riguarda ricomincio con fiducia a cercare un modo di migliorarmi la vita. Qualcuno ha detto che il bello dei sogni è che rimangono sogni, ma io credo che quando se ne realizza uno, se ne trova sempre uno nuovo con cui sostituirlo. Di sogni non si resta mai a corto, se si ha abbastanza fantasia. Per come la vedo io, l'autunno è la stagione per realizzarli.  

lunedì 29 agosto 2011

Bimbi tiratardi

Ecco un libro che secondo me è adatto alla Pupa, che ama stare fuori e spesso esclama "No casa!" quando riconosce la strada del ritorno.

Precario

Definizioneagg. 1 Soggetto a venir meno, incerto, aleatorio, che rischia di volgere al peggio, malsicuro2 In ambito lavorativo, provvisorio e privo di garanzie 3 dir. Di ciò che è concesso in comodato e può essere richiesto indietro in ogni momento dal concedente • s.m. 1 (f. -ria) Chi ha un rapporto di lavoro provvisorio e non garantito 2 dir. Contratto di comodato consistente nella concessione gratuita di qlco. di cui il concedente può chiedere la restituzione in ogni momento


Applicazione: C'era una volta nel Paese di Pulcinella una fanciulla che lavorava. Era fortunata rispetto a molte sua coetanee perché aveva un lavoro, anche se altre sue coetanee ne avevano uno migliore del suo. La fanciulla guadagnava poco, non abbastanza, ma faceva i salti mortali per mantenere sempre sopra lo zero il suo conto in banca. E ci riusciva. Un giorno però, la Strega Vacanza prese in ostaggio tutte le persone che avrebbero potuto pagare lo stipendio, e allora nel giorno di paga arrivarono solo le bollette, le rette e via dicendo. Ma nessun accredito. Così la fanciulla si ritrovò senza preavviso nel vortice del debito. Il suo equilibrio precario venne a mancare per un attimo e tutto il suo mondo crollò in un buco nero.
Di lei non si seppe più niente per un po'. Solo qualche mese più tardi la fanciulla riemerse dal buco nero, come se ne fosse stata sputata fuori. A quel punto l'unica certezza che rimaneva alla fanciulla era che qualsisasi equilibrio è intrinsecamente precario. 

venerdì 26 agosto 2011

giovedì 25 agosto 2011

Progettiamo un disegno


Un mio grande cruccio di sempre è non essere per niente portata per il disegno. Diciamo che ho l'occhio ma mi manca totalmente la mano, e forse è per questo che da bambina adoravo gli stampini. A parte lasciare in giro insolite tracce di sé, ti permettono di completare disegni anche quando non sei esattamente Giotto.

Heaven reception


Mondo perfetto


Cammina, bambina, nel campo di crochi,
che son numerosi, niente affatto pochi.
Stai molto attenta a non calpestarli,
così anche altri potranno ammirarli.

mercoledì 24 agosto 2011

Chocolate

chocolate by cigo2009
chocolate, a photo by cigo2009 on Flickr.
Giornate stanche, immobili, dove l'unica cosa che prende vita è la fantasia, prigioniera di una pigrizia innata e indotta, giornate liquide, che ti si sciolgono addosso e che vorresti spazzar via con uno scroscio d'acqua. Giornate sempre lunghe uguali eppure così lente. Giornate così, come il cioccolato fuori stagione.

Le regole del gioco


Il telefono squilla.
<<Lorenza, potresti venire due minuti nell'ufficio di Rossana?>>
Lorenza mugugna un Arrivo, sapendo già che quei due minuti dureranno un'eternità.
Entrando nell'ufficio del direttore editoriale, Lorenza si stupisce del dispiegamento di forze che vi trova già raggruppato intorno al tavolo rotondo. Rotondo per dare illusione di parità. Ma quello che stano cercando esiste davvero?
<<Siediti, Lorenza.>>
I fogli di excel sparsi sul tavolo non promettono bene.
<<Sono arrivati i dati di vendita di novembre. I Pinguini non vendono come ci saremmo aspettati. Ci fanno perdere dei soldi, quindi ci vediamo costretti a chiudere la collana. No! Lasciami finire. Ti avevamo detto che secondo noi il giallo all'inglese non avrebbe funzionato. Ma tu hai insistito, trincerandoti dietro l'alta qualità editoriale dei romanzi. E ora abbiamo perso dei soldi.>>
È la direttrice, Rossana, a parlare come se avesse imparato il discorso a memoria, mentre Agata, la responsabile dell'area Publishing, siede algida e silenziosa in attesa del momento giusto per sferrare il suo colpo.
Lorenza protesta. <<Non è certo per la scarsa qualità editoriale che non hanno venduto. Vi siete soffermate a dare un'occhiata alle copertine? Quel pinguino con l'immagine nell'ovale della pancia ha un che di grottesco e demodé. È inquietante, come ho già tentato di spiegarvi in altre occasioni. Potremmo dare un'altra chance alla serie con delle copertine nuove.>>
<<No, Lorenza, non accetto questo atteggiamento da parte di nessuno, figurarsi da parte di un semplice editor. Non puoi scaricare la colpa dei tuoi fallimenti su altri. I libri non sono stati scelti bene, o, addirittura, non sono stati lavorati bene. Quindi nessuno li vuole comprare. Questa è la semplice verità. Inutile arrampicarsi sugli specchi con assurde giustificazioni di comodo>> interviene Agata pacata ma irremovibile. <<Ora non abbiamo alternativa. Chiudiamo la serie e mettiamo te in penitenza. Ferma un giro all'ascensore.>>
<<Ma come posso migliorare ferma un giro all'ascensore? A che serve?>>
<<Sono le regole. Non le abbiamo inventate noi, lo sai bene. È inutile che ogni volta scalpiti. Forza, consegna la tua penna e vai davanti all'ascensore. E non ti muovere.>>

Lentezza e bellezza

"Dicono," mi annunciò "dicono che quando si diventa vecchi, come lo sono io, il corpo si fa più lento. Io non ci credo. No, per me è completamente sbagliato. Io sono convinta che non siamo noi a farci più lenti, ma la vita a farsi più lenta per noi. Mi capisci? Tutto diventa languido, per così dire, e allora si notano tante cose, quando tutto si muove lentamente. Quante cose si vedono! Quante cose straordinarie avvengono intorno a te, cose che on avevi mai nemmeno sospettate! È un'avventura incantevole, proprio incantevole!"
Gerald Durrell in

martedì 23 agosto 2011

Se scappa...

Ecco qualcosa di interessante! Pensato per il mare o la piscina, io lo trovo invece indispensabile nella fase di abbandono del pannolino. Quando meno te lo aspetti, quando ormai credi che il problema sia superato, ecco la pupa si bagna, e con gran suo divertimento.

Post senza foto

Questo è un post senza foto, e anche un po' senza senso, dato che il suo scopo è di trovarlo, un senso.
La vita del pendolare è terribile, ma a volte l'indigenza porta a riflessioni filosofiche di un certo spessore. Tranquilli, non è il mio caso, però mi viene da pensare a due massime fondamentali:
1. la vita è apparentemente assurda
2. la vita è un ciclo che si ripete
Queste considerazioni nascono ovviamente dal fatto che la gestione di trenitalia rimane un rebus irrisolto sia per i massimi scienziati del MIT sia per gli insuperabili enigmisti della famosa Settimana. Nessuno infatti è ancora riuscito a spiegare la regola, che pare legge di natura, secondo la quale l'aria condizionata delle vetture viene sparata a sottozero il mattino e puntualmente spenta la sera, quando l'altoforno ha raggiunto il picco di temperatura. Sono i misteri della vita, qualcuno li chiama misteri della fede, perché il pendolare sempre spera che il nuovo giorno sarà diverso.

lunedì 22 agosto 2011

Border line condition

barrel by cigo2009
barrel, a photo by cigo2009 on Flickr.

Ritorno

Definizione:  1 Azione di raggiungere il luogo da cui si era partiti SIN rientro; l'andare un'altra volta dove si è già stati; in un moto ciclico o continuo, ripetizione di una fase; riattivazione di una funzione; anche, ricomparsa|| essere di r., essere appena tornato oppure, semplicemente, tornare | sport. girone di r., seconda parte di un campionato a squadre in cui queste si incontrano di nuovo ma invertendo la sede della gara |analfabetismo di r., quello di chi sapeva leggere e scrivere ma ha perduto tale competenza per mancanza di esercizio | aer. punto di non r., punto della rotta oltre il quale non è più possibile tornare indietro perché il mezzo non ha sufficiente autonomia ~fig. situazione irreversibile 2 tecn. Inversione della direzione di moto; rientro nella posizione normale|| r. di fiamma, nei motori a benzina, quello che si verifica quando la fiamma dell'accensione va in direzione inversa ~fig.riaccendersi di una passione 3 Restituzione 4 econ. Reddito derivante da un investimento; fig. conseguenza positiva di un'azione || r. di immaginenel l. della pubblicità, aumento della considerazione del pubblico o dei consumatori nei confronti di un personaggio, di un'azienda ecc. dopo una campagna pubblicitaria di successo


Applicazione: Dopo essercene andate in vacanza, eccoci di ritorno. Personalmente sono stata colta un po' alla sprovvista da questa bolla di caldo tropicale, una bolla così bolla che pare di stare in una dimensione parallela e surreale. Un lato positivo però c'è: tra bagni di sudore, viaggi in treni frigoriferi e lavoro, l'estate non è ancora finita.

mercoledì 3 agosto 2011

A presto


Finalmente è arrivata l'ora di partire. Forse la tecnologia ci seguirà in vacanza, e allora non mancherà qualche post saltuario e rilassato. Ma non assicuriamo assiduità. Voi, però, non dimenticateci, e se siete on-line, fate un salto a salutarci.
Buone vacanze a tutti

martedì 2 agosto 2011

Dietro il castello un gioiello

Credo che in ogni parte d'Italia ci sia un paese che si chiama Castelnuovo. C'è n'è uno persino dove vivo io. Ma questo, Castelnuovo Magra, è una specie di gioiellino a due passi dal mare. Si trova su un cocuzzolo, come altri da queste parti, ed è quindi bello da lontano e da vicino. Le vie del centro sono strette, con molte case antiche, molte ristrutturate in modo suggestivo e accogliente. Sono capitata qui in un pomeriggio di sole, nella pausa dalla spiaggia. Be', non c'è molto, solo un'enoteca con terrazza panoramica, che però era ancora chiusa, e un piccolo bar con una piccola terrazza semi-panoramica, dove abbiano potuto bere un'acqua tonica, godendoci la brezza pomeridiana e il paesaggio. Questo è solo un assaggio di vacanza, due brevi giornate al mare, ma, ragazzi, è una meraviglia.

ShareThis

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...