giovedì 15 dicembre 2011

Radiant Baby. Keith Haring per i bambini


L'arte secondo me nasce dalla capacità di ritrovare quelle pulsioni innate e primitive che contraddistinguono l'infanzia. Liberarsi dalle sovrastrutture, dalle regole, dai preconcetti e dalle idee prefabbricate per attingere alla propria ispirazione, unica e originale, significa reimpossessarsi degli occhi dei bambini e delle loro chiavi di lettura sul mondo.
Ci sono poi artisti che in un modo o nell'altro sono più vicini di altri al mondo dell'infanzia, col loro tratto e col loro cuore.
Uno di loro è Keith Haring.

Il suo modo di comunicare attraverso simboli pregrafici, immagini che raccontano infinite storie con pochi, semplici tratti ripetuti, i colori accesi e vibranti, il movimento costante e perpetuo reso graficamente da quelle linee che emanano dai suoi personaggi, che non sono indice di radioattività, ma simboleggiano l'energia positiva che si espande tutto intorno. Non sono questi tutti elementi che contraddistinguono il mondo dei più piccoli?
E Keith Haring adorava i bambini. Nel 1985 finanzia la costruzione della Keith Haring Medical Clinic del Children’s Village, a New York, che si occupa di accogliere, recuperare e reinserire nella società bambini provenienti da situazioni familiari disagiate. Bambini che altrimenti da grandi avrebbero scelto la strada. In uno dei corridoi della struttura si legge una dichiarazione di Haring incorniciata da uno sfondo rosso: "I bambini sono la nostra più grande risorsa. Ogni sforzo (non importa quanto minimo esso sia) per aiutare il futuro dei nostri bambini deve essere la nostra prima priorità".
Potete ritrovare molta della sua fascinazione per il mondo dell'infanzia nel sito Haring Kids, gestito dalla Fondazione Keith Haring, che raccoglie giochi interattivi, mondi da ricreare con pochi movimenti del mouse, puzzle da costruire, forme da decodificare e da trasformare, storie da inventare. Un sito da guardare insieme, in cui si possono trovare anche interessanti spunti per proporre l'arte di Keith Haring ai più piccoli, attraverso le creazioni raccolte nella sezione HaringKids Lesson Plan, che mostra i risultati dei numerosi laboratori tenuti da Enti, Fondazioni, Musei e Scuole dedicati all'artista.
Perdetevi anche voi in questo mondo colorato, ottimista e assolutamente energizzante con i vostri figli.
Se impareranno l'arte da piccoli, sapranno riconoscere la bellezza da grandi.



Lesson Plans

Lesson Plans

Lesson Plans

Lesson Plans

Lesson Plans



Se amate questo incredibile artista, scomparso nel 1990 a soli 31 anni, e avete figli non potete fare a meno di due sue pubblicazioni dedicate ai bambini:
Il grande libro delle piccole cose, edito da Mondadori



e Voglio stare sempre sveglio, uscito quest'anno sempre per i tipi di Mondadori.


Sono due regali perfetti per Natale.
Prometto che ve ne parlerò come si deve prossimamente.
Magari prima del 25 dicembre...

2 commenti:

  1. Buongiorno, meravigliose creature del "cesto dei tesori". Condivido subito questo ennesimo tesoro, appena uscito dal magico cilindro del vostro blog.

    RispondiElimina
  2. buongiorno a te cara chiara
    oh, che commento elfico e natalizio!
    grazie e che sia una giornata di grandi e piccole cose....

    RispondiElimina

ShareThis

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...