giovedì 28 febbraio 2013

Diari Genovesi/2 Steve McCurry Viaggio intorno all'uomo


E vero che il dolore passa dagli occhi.
Se ne son accorte anche le mie figlie che ancora stanotte prima di addormentarsi se li sentivano addosso. E ne avevano paura.
Mamma ma perché Dio ha creato povertà e sofferenza? Non lo so, nana, forse per metterci alla prova? Ma quanto dura questa prova? Da secoli. E non sarebbe l'ora di smetterla, o queste sono solo le prove generali?

mercoledì 27 febbraio 2013

L'importante è essere ricchi dentro



- Mamma, ma l'Italia è un paese povero?
- Ora più che mai, nana.
- Ma cosa vuol dire povero?
- Vuol dire che, per quanti (pochi) sforzi faccia, non riesce a sopravvivere con le sue sole forze a causa di pochi che rubano a molti.
- Ah, ho capito. Noi diamo i soldi dell'affitto alla signora D., la signora D dà quei soldi al Comune e il Comune invece che costruire ospedali li usa per feste e cene eleganti.
- Ecco.

Soluzioni magiche

Credo di aver trovato che cosa voglio fare da grande. Voglio allevare unicorni. Dite che sono uscita di testa? Be', forse, ma non più di altri. Una volta imparato a guardare il mondo con lo sguardo magico, ecco che si aprono infinite possibilità di gioia, felicità e soddisfazione. Questo libro mi insegnerà come iniziare, come crescere per ingrandire sempre più l'allevamento. In un momento in cui aggrapparsi ai propri sogni diventa una necessità contro l'annegamento, chiunque avrebbe bisogno di mettere almeno un unicorno in giardino, o sul balcone. E chi non se lo può comprare (perché comunque è pur sempre un unicorno, non un topolino di Cenerentola), può venire nella mia fattoria e imparare ad accudirli e cavalcarli. 
Sto parlando del niente? Non lasciatevi trarre in inganno.

martedì 26 febbraio 2013

Diari Genovesi/1 Joan Miró Poesia e luce

Come tutte le volte in cui qualcosa nella mia vita si incrina e i contorni di tutto ciò che credevo certo e definito si sfaldano, lasciandomi tracce amare tra le dita, in bocca, davanti agli occhi, io torno a casa.
Starò a Genova per una settimana e da qui vi aggiornerò su quello che scopro e imparo a (ri)conoscere. Perché Genova è una sorpresa continua, per tutti, anche per chi è abituato a conoscerla.
La prima puntata di questo viaggio ci porta alla mostra di Joan Miró ospitata a Palazzo Ducale fino al 7 aprile.
Joan Miró
Senza Titolo, 1978


Olio su tela, 92 x 73 cm.
Fundació Pilar i Joan Miró, Mallorca
© Successió Miró by SIAE 2012.
Foto: © Joan Ramón Bonet & David Bonet / Cortesía Archivo Fundació Pilar i Joan Miró a Mallorca

Joan Miró
Femme dans la rue, 1973


Olio, guazzo e acrilico su tela, 195 x 130 cm.
Fundació Pilar i Joan Miró, Mallorca
© Successió Miró by SIAE 2012.
Foto: © Joan Ramón Bonet & David Bonet / Cortesía Archivo Fundació Pilar i Joan Miró a Mallorca

Vergogna

Definizione: 1 Sentimento di colpa o di umiliante mortificazione che si prova per un atto o un comportamento, propri o altrui, sentiti come disonesti, sconvenienti, indecenti; estens. senso di disagio che si prova nei riguardi di qlcu. o qlco. che si teme possa sminuire la considerazione degli altri. 2 Senso di impaccio, di timore dovuto a timidezza o ritrosia 3 fam. Disonore, infamia; persona che è causa di disonore; fatto o situazione disonorevole o che suscita indignazione ||che vergogna!, vergogna!, escl. usate per esprimere biasimo, riprovazione, indignazione 4 (al pl.) Organi genitali.

Applicazione: Credo che non ci sia parola parola più adatta per descrivere quello che la gran parte degli italiani prova in questo momento. O almeno credo. Vergogna è quello che provo io di fronte al mondo per il fatto di vivere in un Paese che non sa imparare dai propri errori e che crede che Senso Civico sia il numero che ha fuori della porta. Mi vergogno per i fantocci della politica, che di vergogna invece non ne provano mai. Be', ho una notizia per voi, fantocci: iniziate a provarne.

lunedì 25 febbraio 2013

A casa di Lulu


Certe mattine sembrano partite male, con le solite considerazioni negative, i fastidi, accentuati da un grigiore dell'aere che poco aiuta l'umore, soprattutto se è lunedì e se si deve andare in ufficio.
Poi capita, una volta tanto, di aprile l'e-mail e trovare un messaggio di un'amica lontana (anche se non troppo) ma vicina nello spirito. Un'amica con cui ho condiviso questo misero ufficio per anni e il cui sorriso bastava a farmi vedere la giornata da una prospettiva più serena. Questa amica non mi scrive solo per salutarmi, ma per dirmi che finalmente, dopo tanto parlarne, ha dato il via a un piccolo grande sogno: crea con le sue manine abiti e accessori per bambini e non solo, cucina biscotti e sono certa che il suo lulu made ci riserverà numerose sorprese.

venerdì 22 febbraio 2013

Tratto - gatto - matto: illustrazioni da paura


Con poca fantasia ma molto calore, oggi vi presentiamo il lavoro di uno degli scrittori e illustratori più importanti del secolo scorso, scomparso nel 2000 e che oggi anche google ci ricorda con il suo doodle. Si tratta di Edward Gorey famoso per i suoi disegni dalla macabra ironia. Proprio ciò che piace a noi, no? Autore, fra l'altro di uno degli alfabeti più neri che sia mai esistito, e di cui vi proponiamo qualche lettera.

mercoledì 20 febbraio 2013

ONE thing we agree on. La nostra missione a Trento

Quello che ci rende differenti è anche quello che ci rende liberi. Liberi di scegliere chi vogliamo essere e chi vogliamo diventare. Le nostre differenze esaltano le nostre unicità ed è per questo che io amo, supporto e credo in tutto ciò che si presenta come diverso, estraneo ai canoni consueti.
Tuttavia ci sono situazioni in cui queste differenze si annullano.
Persone che all'apparenza non hanno nulla in comune si trovano insieme a manifestare per gli stessi diritti, si incontrano inaspettatamente allo stesso concerto o a piangere a causa dello stesso, grande dolore.
Ci sono cose più grandi in cui ogni diversità evapora.
La lotta alla povertà e alle ingiustizie è una di queste.

Con i nostri amici Origami lo scorso week end abbiamo girato un video che desse voce a questo concetto, unendo idealmente due opposti in nome di un ideale più grande. Stefania e Gianpiero hanno pensato a due donne di stile e gusti diversi, antagoniste in tutto e per tutto, ma unite nel supportare la lotta a ogni forma di ingiustizia. 
Io ovviamente facevo la parte della sciroccata.



martedì 19 febbraio 2013

Puntevirgola; L'assenza


Oggi è un giorno speciale.
E non lo dico solo perché è mia amica e mi mancava tantissimo tra queste pagine,
 come sempre mi manca quando non la vedo da più di qualche ora (a volte penso che si tratti di una dipendenza, altrimenti non si spiegherebbe).
Ma perché penso che insieme possiamo intraprendere un cammino speciale, lastricato di sorrisi sguaiati, lacrime di frustrazione, paure incontrollabili, che però quando sono coccolate e condivise riescono a fare capolino dal buio, e allora assumono sembianze quasi umane. 
E perché penso che quello che ha da raccontarci possa servire a tutti, 
non solo a chi sta vivendo la stessa esperienza, 
ma a chi spesso sente di non avere le forze per essere tutto quello che gli chiedono. 
E così vive in apnea, illudendosi che il suo sacrificio verrà ripagato. 
Che ogni respiro mancato potrà essere recuperato in seguito, 
senza accorgersi che ogni sorriso che perde, ogni parola non detta è un'occasione sprecata.
Invece il segreto è respirare. Trattenere il fiato. E mollarlo tutto d'un colpo, per farsi una grassa risata.

© M2 riproduzione riservata


lunedì 18 febbraio 2013

Una gita a Trento e un progetto in tasca


Questo week end siamo state a Trento, invitate dai nostri amici Origami a partecipare a un progetto di cui spero di potervi parlare a breve. Vi basti sapere che coinvolge video e solidarietà mettendo in gioco due donne diverse ma a loro modo speculari.
La cornice di questo progetto è Trento, discreta e silenziosa, adagiata fra le montagne come una signora d'altri tempi.
Vi lascio con qualche immagine e con il suggerimento di farvi un giro sul sito di Origami Videography.
Per chi ancora non lo sapesse, a loro dobbiamo il video del guerrilla stickering dei Metroreaders e il miracolo di farci sembrare novelle Wilma De Angelis nel corto dei dolcetti dappaura.
Considerate le premesse, sono sicura che ne vedremo delle belle.

giovedì 14 febbraio 2013

Per noi oggi è il Peanuts day

Ignorare che oggi è San Valentino è semplice quasi quanto far finta che Natale non esista. Quindi non nascondiamo la testa sotto la sabbia e festeggiamo il giorno dell'aMMore a modo nostro, con ironia, allegria e ben felici che domani non ne parlerà più nessuno. Perché si sa, dell'amore - quello vero - nessuno parla mai.

mercoledì 13 febbraio 2013

San Valentino è la festa di ogni....

Rammentate il vecchio e saggio detto: San Valentino è la festa di ogni cretino che crede di essere amato e invece resta fregato?
Se non ve lo ricordate non fa niente, è roba delle medie, ma si sa che proprio il periodo delle medie è foriero di grandi verità.
Io e Cristina non siamo spiriti particolarmente romantici, si sa, ma non potevamo esimerci dal festeggiare questo giorno, a modo nostro però.
Abbiamo chiesto a un promettente fumettista di disegnare tre vignette che rappresentassero la nostra personalissima visione di questa festa.
Ecco quello che Luca Cantelli ha disegnato per noi, per voi e per tutti i cinici romantici che hanno voglia di fare degli auguri al vetriolo.
Perché troppo romanticismo genera mostri.
Caria i denti.
E fa ingrassare.


L'amore ai tempi di Ruzzle ©Luca Cantelli 
Potete scaricarlo
 qui

martedì 12 febbraio 2013

Facce da Carnevale

Oggi è Carnevale. Il giorno dedicato alla fantasia, al travestimento, al poter essere tutto quello che vuoi sotto mentite spoglie. Dopo aver visto in giro per la rete progetti favolosi per bambini, come quello di Giada, così semplice che avrei potuto farlo anch'io, Loro hanno chiesto un vestito da fata e uno da principessa. Sentenza inappellabile. Il suicidio della creatività. Quindi ho deciso di puntare per una volta su di me. E siccome sono in montagna e fa un discreto freddo essendo scesa ieri la Nevicata del Secolo, mi concentrerò sulla faccia.
Ecco qualche proposta per un trucco che sicuramente non passerà inosservato.

After Party Girl

Amanita Muscaria

lunedì 11 febbraio 2013

Neve dappertutto

Foto di ©Alex Abian, da Londonist

Oggi nevica qui a Milano, e tutto sembra più silenzioso solo per il fatto che un po' di bianco ricopre qualche insegna, una cancellata, o la chiazza d'erba di fronte alla finestra (per chi non ha la fortuna di abitare o lavorare nelle vicinanze di un parco.)
Qualcuno se ne è andato a sciare per carnevale (che ovunque, tranne qui a Milano, termina domani, con i festeggiamenti di Martedì Grasso).
Qualcun'altro, che soffre di nostalgia da viaggi, nostalgia da altrove, prova a immaginare la neve in un altro posto, in un'altra città.

venerdì 8 febbraio 2013

Creare la creatività: Artefact Cards

A me è capitato più volte di farmi venire delle idee iniziando a scrivere e fare orribili schizzi su un foglio di quaderno: è proprio così che sono nati i nostri loghi OCa e Hoo (Homefooding)
 

Ero su un treno (che strano) e la mente mi andava a mille e la mano la seguiva. Grazie alla mia penna, al mio quaderno e al mio iPhone ho potuto mettere giù le mie idee (in disegni approssimativi, perché non so disegnare, e fare un brainstorming in diretta con Benedetta. Poi Ghirlanda d popcorn ci ha aiutato a passare dalle idee ai fatti.

mercoledì 6 febbraio 2013

Bambini e creatività: una sperimentazione non finalizzata


Oggi sono felice perché è tornata a trovarci Cecilia Ramieri, 
che non è solo un'artista piena di talento ma è anche attenta all'universo dei bambini e a come valorizzare le loro potenzialità espressive. 
Insomma, per quanto è brava, spero proprio che il nostro diventi un appuntamento fisso.
L'ultima volta ci aveva svelato i segreti dei Laboratori Metodo Bruno Munari® .
Oggi ci parla della sperimentazione che sta alla base di qualsiasi processo creativo, 
una sperimentazione che, come diceva Munari, 
"non deve essere finalizzata, casomai si finalizzeranno i risultati".

©Cecilia Ramieri

martedì 5 febbraio 2013

L'equilibrio parte dai piedi (questione di zampe)


Sono una fervente seguace della teoria della riflessologia. Il massaggio plantare è per me il toccasana più naturale che esista. L'equilibrio energetico del piede è quello che non ci fa mai "cadere" e si riflette in tutto l'organismo.

lunedì 4 febbraio 2013

Prospettive e Architetture

Piccoli assaggi architettonici e fotografici in uno strepitoso lunedì di sole. Inutile ribadire che vorrei essere fuori a fare foto.

New look in cameretta


Ho sempre snobbato un po' i wallstickers, perché... Non so perché. Ma sono una persona che non ha paura di cambiare idea, a costo di sembrare incoerente, e oggi ritengo che non sarebbero una cattiva soluzione, per dare l'impressione alla nana che cresce di avere uno spazio tutto nuovo dentro quello vecchio. Finché non mi pioveranno i soldi dal cielo e potrò cambiare casa.

venerdì 1 febbraio 2013

L'architettura spiegata ai bambini


Si! Può! Fare! L'ho cercato e cercato e avrei dovuto saperlo che Corraini editore doveva averlo: un libro che introducesse l'architettura ai bambini. Perché? Be', perché la grande architettura è bellezza e la bellezza... esatto, si impara da piccoli. Trovo geniale l'idea di Steven Guarnaccia di sfruttare una delle storie più classiche dell'infanzia, I tre porcellini, per raccontare tre dei maggiori architetti del '900: Frank Ghery, Le Corbusier e Frank Lloyd Wright

ShareThis

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...